Massa Critica: “la centesima scimmia” potresti essere tu

E’ da un po’ di tempo che le nuove scienze suggeriscono la scoperta di un nuovo concetto, ovvero la stretta relazione tra mente ed energia. Limitate dalle teorie meccanicistiche sostenute da Newton e Cartesio, stanno avendo solo ora un giusto riscatto, vedendo delinearsi i principi di un nuovo paradigma scientifico che associa l’Uomo all’Universo. La mente, come spiega Bruce Lipton, può modificare il DNA e la materia.

Non siamo nelle mani dei geni, sono i geni ad essere nelle nostre mani e in balia delle nostre convinzioni più profonde plasmate dall’ambiente in cui cresciamo e viviamo. Dopo la Legge dell’Attrazione e la Fisica Quantistica veniamo a conoscenza della Massa Critica (una soglia quantitativa minima oltre la quale si ottiene un mutamento qualitativo), che completa e consolida questi princìpi.

La scimmia giapponese 'Macaca fuscata', è stata osservata allo stato selvaggio per un periodo di oltre 30 anni. Nel 1952, sull’isola di Koshima, alcuni scienziati davano da mangiare alle scimmie delle patate dolci sepolte nella sabbia. Alle scimmie piaceva il gusto delle patate dolci, ma trovavano la sabbia assai sgradevole.

Un giorno una femmina di 18 mesi chiamata 'Imo' scoprì che era in grado di risolvere il problema lavando le patate in un ruscello vicino. In seguito insegnò questo trucco a sua madre. Anche i suoi compagni di gioco impararono a lavare le patate e lo insegnarono anche alle loro madri. Questa innovazione culturale fu gradualmente accolta dalle varie scimmie mentre gli scienziati le tenevano sotto osservazione.

Tra il 1952 e il 1958 tutte le scimmie giovani impararono a lavare le patate dolci per renderle più appetitose. Solamente gli adulti che imitarono i loro figli appresero questo miglioramento sociale, gli altri continuarono a mangiare le patate sporche di sabbia.

Poi accadde qualcosa di veramente notevole…

Possiamo dire che nell’autunno del 1958 vi era un certo numero di scimmie sull’isola di Koshima che aveva imparato a lavare le patate, non si conosce il numero esatto.

Supponiamo che un dato giorno, quando il sole sorse all’orizzonte, vi fossero 99 scimmie che avevano imparato a lavare le loro patate. Supponiamo inoltre che proprio quella mattina, la centesima scimmia imparò a lavare patate.

A quel punto accadde una cosa molto interessante! Alla sera di quel giorno praticamente tutte le scimmie sull’isola avevano preso l’abitudine di lavare le patate dolci prima di mangiarle. L’energia aggiunta di questa centesima scimmia aprì in qualche modo un varco ideologico!

La cosa più sorprendente, osservata da questi scienziati, fu il fatto che l’abitudine di lavare le patate dolci attraversò, in seguito, il mare. Infatti colonie intere di scimmie sulle altre isole ed anche gruppi di scimmie a Takasakiyama cominciarono a lavare le loro patate dolci!

Sembra perciò che quando viene superato un certo numero critico di elementi, si raggiunge una nuova consapevolezza e la medesima viene passata da una mente all’altra.

Sebbene il numero critico possa variare, il 'Fenomeno delle Cento Scimmie' indica che quando vi sono poche persone che conoscono qualcosa di nuovo, questo nuovo concetto rimane di loro esclusiva proprietà. Ma se a loro si aggiunge anche una persona in più, e si raggiunge il numero critico, si crea una idea così potente da poter entrare nella consapevolezza di quasi tutti i membri di quel gruppo!

La centesima scimmia è un'allegoria 'New Age' che dà speranza a chi a lavorato per cambiare se stesso e per salvare il pianeta, chiedendosi se gli sforzi individuali avrebbero mai portato a qualcosa. Come abbiamo visto la centesima scimmia è una dichiarazione che avvalora l'impegno per qualcosa, come ad esempio liberare la terra dalle armi atomiche, anche se l'effetto di tale sforzo rimane a lungo invisibile.

Se esiste la Centesima scimmia, deve esservi l'equivalente umano di Imo e dei suoi compagni; qualcuno deve essere la ventesima e l'ottantunesima, e la novantesima scimmia, prima che un nuovo archetipo possa esistere!

La centesima scimmia è una conferma della teoria del campo morfogenetico ipotizzato e studiato da Rupert Sheldrake, che ci fa capire come possa accadere il cambiamento della specie attraverso le azioni di individui, che uno alla volta fanno qualcosa di nuovo. 

Il mito della Centesima Scimmia non parla soltanto a chi sente la spinta interiore a rendere il mondo diverso; è anche una metafora di quando accade nella psiche dell'individuo. Nel mondo interno, fare è diventare. Se noi ripetiamo per un numero sufficiente di volte un certo comportamento, spinti da un certo atteggiamento o da un certo principio, alla fine diventiamo ciò che facciamo!

Share/Save