Le Costellazioni Spirituali

Le Costellazioni Spirituali sono l'evoluzione naturale delle Costellazioni Familiari Sistemiche e ne rappresentano il lavoro più avanzato.

le costellazioni spirituali

Attraverso la metodologia delle costellazioni familiari sistemiche dalle quali si è partiti da problematiche personali, ora si giunge ad una dimensione più ampia e profonda, dove è il rapporto stesso con la vita, con l'amore, dall'Io al Sè, dalla realizzazione personale alla propria "funzione nel mondo".

L'obiettivo principale è lavorare a livello spirituale con i movimenti profondi dell'anima, in modo da divenire consapevoli dei pesi e dei fardelli che gravano su di essa e che impediscono alla persona di vivere una vita serena. Il fine è quello di liberare l'anima da questi pesi in modo che la persona possa ritornare in armonia con la vita ed acquisire così il controllo e la direzione della propria esistenza, del proprio destino e della propria felicità.

Le Costellazioni Spirituali partono dal principio che siamo esseri spirituali, una parte divina del divino tutto, siamo una scintilla divina, siamo anime in viaggio con lo scopo di ricordare chi siamo sperimentando ciò che non siamo. Anche se spesso non lo ricordiamo, siamo sempre connessi con la nostra fonte spirituale, l’altro aspetto di noi, una parte che sta nella dimensione spirituale, nell’amore incondizionato, nella pace, nella serenità.

Nelle Costellazioni Spirituali non si rappresenta la famiglia ma l’IO ed il SE’.

L'IO è la parte organizzata dei processi mentali individuali, è l'Ego, è il libero arbitrio, è tutto ciò in cui c’identifichiamo: io sono un uomo o una donna, sono intelligente o stupido, bello o brutto, ricco o povero, di successo o fallito, onesto o disonesto, sono la mia mente....., per arrivare all’identificazione più grande e ultima da lasciare, sono questo corpo fisico.

Il SE’ è la parte di noi che è nella dimensione spirituale, nel tutto, è amore incondizionato, è pace, è assenza di giudizio, è abbondanza senza limiti, è consapevolezza pura. È la nostra parte divina, quel pezzo di noi che è ciò che siamo veramente, l’altra faccia della nostra medaglia, la nostra fonte illimitata ed inesauribile. Il SE’ racchiude tutto ciò che noi cerchiamo “fuori”. L’essere visti, il riconoscimento, sentirci amati, importanti, speciali, l’assenza di preoccupazioni per la sopravvivenza (vivere nell’abbondanza), l’armonia con se stessi, l’avere chiaro qual è il nostro scopo di vita.

Quando parliamo di Io e Sè all’interno, non dobbiamo pensare a queste componenti come se fossero totalmente indipendenti l’una dall’altra, né sono totalmente indipendenti dal contesto. Questi sotto-sistemi invece interagiscono in modo integrativo e complementare. Tenendo sempre presente questa premessa, possiamo dire che il Sé nasce prima dell’Io.

Come funziona il Sé nei primi anni di vita?
Obiettivo principale del Sé in questa fase è di reagire all’angoscia della separazione (che corrisponde anche ad un pericolo biologico di non sopravvivenza), e per fare questo il bambino sfrutta la mancanza di una struttura cognitiva organizzata (l’Io), che imporrebbe il principio della realtà, per utilizzare una condizione di non-distinzione fra realtà e fantasia. In questo modo il bambino può appagare i suoi bisogni in modo magico. Altra strategia consiste nell’utilizzo dei processi di identificazione e di proiezione (che derivano sempre dalla mancanza di distinzione fra realtà e fantasia) attraverso cui il bambino cerca di mantenere il possesso /contatto con le figure rassicuranti “portandole dentro” di sé. Con questi due processi il bambino crea una prima “visione del mondo”, magica e animistica secondo cui tutti gli accadimenti sono frutto di sentimenti ed intenzioni.

Solo quando si è nell'Adulto si reagisce alle situazioni con tutte le risorse disponibili di persona adulta. Lo stato dell'Io Adulto inizia a formarsi intorno al primo anno di vita del bambino. Di fatto il sistema nervoso alla nascita non è ancora sufficientemente sviluppato e si completa solo intorno agli 11-13 anni, fase di sviluppo del pensiero astratto. E' pertanto questa l'età in cui l'Adulto diventa realmente funzionale. Lo stato dell'Io Bambino, ossia lo stato dell' "ego archeopsichico, che rappresenta e contiene tracce arcaiche e le sedimentazioni emotive della prima infanzia". Il Bambino consiste in una serie di registrazioni a livello cerebrale dei sentimenti provati dal bambino alle parole, ai comportamenti dei genitori e/o delle figure genitoriali. Esso è pertanto la sede dei bisogni , degli atteggiamenti e dei comportamenti della nostra infanzia, legati alle esigenze psicobiologiche più profonde. La soddisfazione o l'insoddisfazione verso un oggetto, introiettata e memorizzata come valore positivo o negativo, determinerà il prodotto della vita sentita che potrà esplicitarsi in creatività e fantasia, o, di contro, in frustrazione e senso di colpa.

La teoria analitico-transazionale prevede uno sviluppo personologico basato sull'organizzazione prelogica di programmi cognitivo-emotivo-somatico-comportamentali costruiti prevalentemente nei primi sei anni di vita (decisioni di copione), che danno luogo ad uno schema inconscio/preconscio di vita (script o copione psicologico) limitativo talvolta delle potenzialità dell'individuo a livello relazionale.

 

Lo scopo di una Costellazione Spirituale è far sì che il cliente lasci ciò che gli impedisce di riconnettersi al suo SE’ e prenda da questa sua sorgente tutto ciò di cui ha bisogno fino a che ne ha bisogno.

Ciò che c’impedisce di attingere, riconnetterci a questa fonte sono dei forti attaccamenti, sia positivi sia negativi, ad esempio ad un genitore, a delle immagini di se stessi, a dei patti segreti di fedeltà con uno o entrambi i genitori. O ancora, a delle parti infantili che sono nella nostalgia di essere viste dai genitori e molto altro ancora.

Inoltre molte volte proiettiamo nel nostro SE' una figura genitoriale. Confondiamo il SE’ con nostra madre o nostro padre e questo ci rende difficile la scelta di affidarci ed attingere da lui tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Da piccoli i nostri genitori sono gli “Dei” del nostro universo, sono coloro che ci amano e amiamo più di tutti eppure ci hanno passato un messaggio d’amore “condizionato”.

Se attingiamo al nostro SE’ troviamo tutto ciò che cerchiamo fuori in noi stessi, amore incondizionato, abbondanza, approvazione, salute, armonia, chiarezza su cosa siamo venuti a fare su questa terra. Connessi al SE’ tutto è facile e semplice, è come se avessimo una visione di un piano più grande, il cuore si apre, entriamo in un campo fatto di fiducia e d’amore.

Per vedere la propria costellazione Spirituale è necesario aver già partecipato a seminari di Costellazioni Famiiliari e Sistemiche.

 

 

Seminari proposti:

 

Corso Esperienziale di Costellazioni Familiari, Sistemiche e Spirituali

Sabato e Domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20

 

Esercizi di Meditazione

Costellazioni in pratica

spuntini e pausa pranzo

 

durante le giornate esperienziali verranno trattati i seguenti argomenti:

La Teoria Sistemica e l'Approccio Fenomenologico

Leggi e Ordini dell'Amore

La Coscienza Personale

La Coscienza Familiare e l'Albero Genealogico

Amore e Ordine nel Sistema Familiare di Origine
(genitori, fratelli, sorelle, zii, zie, nonni, bisnonni, trisnonni e loro fratelli e sorelle)

Amore e Ordine nel Sistema Familiare Attuale,
(marito, moglie, figli)

Amore e Ordine nelle Relazioni Interpersonali e nel Lavoro

La Relazione tra i Vivi e i Morti

 

 

 

Tutti i partecipanti avranno la possibilità di vedere la propria Costellazione Familiare
Sistemica e Spirituale.

Si puo' lavorare sulla famiglia di origine, famiglia attuale, lavoro, denaro, salute,
relazioni e i movimenti dell'anima.
Si puo' anche scegliere di partecipare a uno o due giorni di seminario
e/o partecipare solo come osservatore.

_____________________________

 

In alternativa:

Consulti "Individuali" di Costellazioni Familiari
coadiuvato da almeno due collaboratori in veste di rappresentanti

Durata: 120 minuti circa

Quota: euro 90,00 

 

COME PARTECIPARE

 

 

  cristiano roganti costellazioni familiari e sistemiche
 

Condotte da:
Cristiano Roganti
Operatore Olistico Trainer e Counselor Olistico Professional
ad Indirizzo Sitemico Fenomenologico
professionista iscritto e accreditato S.I.A.F.
(Societa' Italiana Armonizzatori Familiari Counselor,  Counselor Olistici e Operatori Olistici)
ai codici n° MA1076T-OP  n°MA272P-CO

 

Si occupa da anni di Crescita Personale e discipline Olistiche Bionaturali, tiene corsi di formazione, conferenze e seminari sui temi della Guarigione Naturale e della Consapevolezza.
Ha conseguito il diploma di "Facilitatore in Costellazioni Familiari e Sistemiche", con 600 ore di formazione, presso la Scuola Olistica de "La Città della Luce®", Centro Studi Sistemici su Individuo, Famiglia e Società con Umberto Carmignani, che ha seguito lo psicoterapeuta tedesco Svagito R.Liebermeist­er, allievo dello stesso B.Hellinger. Ha una formazione personale ad orientamento Transpersonale, ed una formazione professionale ad indirizzo sistemico Fenomenologico.
E' Counselor Olistico Professional e Operatore Olistico Trainer, accreditato presso l'Associazione di Categoria professionale S.I.A.F. italia.
Segue periodicamente seminari e corsi di aggiornamento professionale con insegnanti di fama Nazionale e Internazionale.
Aderisce alla Formazione Continua E.C.P. e al Codice Etico S.I.A.F.

 

Le Costellazioni Familiari Sistemiche e Spirituali non hanno alcuna finalità clinica, diagnostica o terapeutica e non intendono in alcun modo sostituirsi all’operato del medico. Il Facilitatore in Costellazioni Familiari non usa diagnosi, non prescrive cure o rimedi e soprattutto non promette guarigioni e non deve essere confuso con una figura sanitaria in quanto il lavoro del Counselor non prevede attività di natura clinico-sanitaria.

Share/Save