Le Scuole e i Metodi del Reiki

Per quanto riguarda la diffusione di Reiki in occidente, occorre risalire all'incontro di Mikao Usui (1865-1936) con Chujiro Hayashi, che avvenne, sempre secondo la tradizione, in uno dei mercati in cui Usui vagava con una lanterna in mano alla ricerca di uomini interessati alla verità. Hayashi fu immediatamente affascinato dalla saggezza e profonda convinzione di Usui e decise di seguirlo e diventare a sua volta Maestro.

il sutra del cuore

Hawayo Takata conobbe Hayashi alle Hawaii nel Novembre del 1936 e qualche anno più tardi divenne Maestra. Fu proprio lei a portare Reiki nel mondo Occidentale quando si trasferì in California. Era nata il 24 Dicembre 1900 e morì nel 1980, lasciando 22 Maestri di Reiki, molti dei quali americani, tra cui Phyllis Lei Furumoto e Barbara Weber Ray. Da questi Maestri ebbe origine il Reiki Occidentale, che in meno di 20 anni Reiki si diffuse in tutto il mondo, ed attualmente è praticato da decine di milioni di persone.

Una delle critiche avanzate dai movimenti contemporanei, è che la Takata modificò la storia originale di Usui in alcuni aspetti, ma ciò avvenne poichè nel 1941 gli Americani entrarono in guerra (2° guerra mondiale) in seguito all’attacco subito da parte dei Giapponesi a Pearl Harbor (il 7 Dicembre del 1941) nelle Hawaii. Quindi i Giapponesi non erano visti molto di buon occhio da parte degli Americani. E se Hawayo Takata, una hawaiana di origini giapponesi avesse detto che Reiki era un metodo riscoperto da un Giapponese, probabilmente pochissime persone le avrebbero dato ascolto!

E l’unico motivo per qui la Takata aveva raccontato la legenda del ministro cattolico, e se la Takata una hawaiana di origine giapponese avesse detto che Reiki era un metodo di guarigione naturale riscoperto da un giapponese che seguiva gli insegnamenti Buddhisti, molto probabilmente Reiki non si sarebbe propagato così facilmente..

Dopo la morte della Takata nel 1980, Barbara Weber Ray affermò di essere caposcuola del Reiki, avendo assunto tale titolo sulla base della volontà espressa della stessa Takata e preso su di sè la responsabillità dell'insegnamento di tale disciplina. Ma un'altra donna, Phyllis Furumoto, rivendicò lo stesso diritto, e intorno a loro si formarono due distinte organizzazioni Reiki: A.I.R.A. oggi T.R.T.A.I The Radiance Technique Association International® della Barbara Weber Ray, e la The Reiki Alliance® della Phyllis Furumoto.

Altri allievi della tradizione occidentale spinti dall'ispirazione e dal desiderio di fornire ulteriori benefici, si avvicinarono a metodi alternativi per venire incontro ai bisogni attuali, immettendo nuovi simboli ed elaborando varianti per il processo di attivazione. Numerose persone dotate di sensibilità si resero conto che inedite tecniche terapeutiche conservavano ancora le stesse qualità di base dell'Usui Reiki Ryoho: la vibrazione dell'energia terapeutica differiva di poco. Anche se è vero che tale energia proviene da un'unica fonte appariva chiaro che il Reiki può giungere con "sapori" diversi ed effetti distinti.

La prima delle nuove tecniche Reiki, ideata nel 1983 da Ethel Lombardi, una dei maestri di Hawayo Takata, fu chiamata Mari el®; ne seguirono molte altre, tra cui:

la tecnica Radiance®, Raki Kei, Reiki Tibetano, Reiki Karuna®, Reiki dell'Arcobaleno®, Reiki dell'Età dell'oro, Reiki Jin-Kei Do®, Reiki Satya giapponese, Reiki Men Chho®, Reiki Jinlap, Seichim, Reiki Saku, Reiki Stella Azzurra, Reiki Plus®, Gendai Reiki Ho, Jinkiden Reiki®, Karuna Deva®, Komyo Reiki® Kai, Kundalini Reiki, Osho Neo Reiki, Medicine Dharma Reiki©, Raku Kei Reiki®, Reiki Do Vibration®, Reiki Universale, Shambala Reiki®, Usui Teate, Vortex Reiki e l'elenco continua ancora...

Grande merito per aver reintrodotto Reiki in Giappone, che in quest'ultimo decennio approda con molta moda in occidente, va attribuito alla signora Mieko Mitsui, un'insegnante di Radiance Technique® della Barbara Weber Ray, che riportò il metodo in patria nel 1984, tenendo corsi in parecchie città giapponesi. Fino agli anni 2000 che il Reiki Occidentale divenne un metodo ben noto negli ambienti esoterici del giappone grazie al grande lavoro condotto da Frank Arjava Petter, che ha vissuto dal 1993 al 2000 in Giappone, famoso in tutto il mondo poichè scopritore della tomba di Usui nel cimitero del Tempio buddhista della Terra Pura chiamato Saihoji, a Tokyo e del Manuale Reiki Originale del dott. Mikao Usui pubblicato in inglese con il titolo Original Reiki Handbook of Dr. Mikao Usui.

usui memorial   frank A. petter

Da quei periodi al giorno d'oggi addirittura in Giappone molte scuole combinano Reiki occidentale e giapponese, ed oggi è diventato uno status symbol essere giapponese e insegnare Reiki negli ambienti occidentali...ricordando ai lettori che Reiki e la sua efficacia non è assolutamente riconducibile ne ad una tecnica ne tanto meno ad una nazione, che sia tradizionale giapponese piuttosto che occidentale, Reiki funziona comunque. L'Energia Universale infatti è una sola, quello che conta nella specifica qualità del Reiki, è l'autenticità del lignaggio del Maestro che trasmette da Mikao Usui, che abbia percorso un lungo cammino di crescita personale prima di poter pensare di trasmettere ad altri Reiki e che sia quindi al Servizio, ovvero che abbia fatto la scelta di vivere ogni giorno della propria vita al servizio dell'evoluzione umana, tenere seminari e sostenere altre persone nel loro percorso di crescita ed evoluzione spirituale con il cuore.

E' ormai evidente che è assai riduttivo e semplicistico, se non intellettualmente disonesto, ritenere che Reiki sia una disciplina originale, del tutto nuova ed indipendente da qualunque precedente esperienza, vista la quantità di riferimenti, parallelismi, sinergie e contaminazioni derivanti dal Buddhismo e dallo Shintoismo e dalla successiva profusione di lignaggi.

Ci sono quindi fondamentalmente due correnti di Reiki: la Giapponese e quella Americana. Da queste nascono poi tutta una serie di tecniche leggermente differenti tra loro.

A livello mondiale si riscontrano sostanzialmente diversi grandi lignaggi nati da Mikao Usui, i cui principali sono questi:

Lignaggio Usui Reiki Ryoho Gakkai:
Usui › Ushida › Taketomi › Watanabe › Wanami › Koyama › Masaki Kondoh...

Lignaggio Occidentale Usui Shiki Reiki Ryoho:
Usui › Hayashi › Hawayo Takata...

Lignaggio Jikiden Reiki:
Usui › Hayashi › Yamaguchi › Frank Arjava Petter...

Lignaggio Buddho EnerSense:
Usui › Hayashi › Takeuchi › Takamori › Ranga Premaratna...

Lignaggio Komyo Reiki:
Usui › Hayashi › Yamaguchi › Hyakuten Inamoto...

 

In merito alla grande diffusione di Reiki nel mondo in tutte le sue varianti e rispetto alla riscoperta del Reiki praticato in Giappone è necessario sottolineare che Reiki ha un significato e un valore in sè, indipendentemente dalla forma con cui viene utilizzato. Da qualunque fonte nasca Reiki, da un uomo o da un Dio, esso fluisce attraverso la realtà presente degli uomini e delle donne di questo tempo. E’ un dono per l’umanità, per il pianeta, per la coscienza collettiva di tutti gli esseri. E' quindi necessario onorare questo dono con la tolleranza verso qualunque forma Reiki scelga di adottare per manifestarsi.

 

Tutti coloro che sono stati iniziati a Reiki, in qualunque forma e secondo qualunque tradizione, sono connessi e collegati con l’Energia Universale e costituiscono un Ordine Mistico, ossia un insieme di persone che cooperano individualmente e collettivamente per l’evoluzione della coscienza sul Pianeta Terra, per la fine delle guerre, delle ingiustizie, delle persecuzioni politiche, economiche, religiose.

Ordine Mistico non è un termine settario, non ha nulla a che vedere con massoneria e logge segrete. Ordine Mistico è un Campo Morfogenetico, è un Livello di Coscienza, un Quantum di Energia di Luce e Amore che permette allo Spirito di Reiki di scendere sulla terra attraverso milioni di persone e operare per il bene comune, per costruire un mondo migliore e una autentica fratellanza tra i popoli della terra e fra loro e il pianeta vivente, Gaia. Il Sentimento di Comunanza e Appartenenza è il punto più alto della crescita e della guarigione, il passaggio dal personale al transpersonale, dall’individuale al collettivo, dall’umano al divino.

 

reiki

Alcune persone rimangono sconcertate sentendo parlare di diversi generi di Reiki, in quanto credono che esso sia unicamente quello che introdusse Mikao Usui. In realtà quando Mikao Usui ricevette e canalizzò la nuova tecnica, in Giappone la parola Reiki era già in uso ed utilizzata dai Doshi, oltre a tecniche pressochè identiche nel metodo come: manate no waza (arte del purificare con il tocco della mano) e maibuki no waza o kisuki no waza (arte del purificare con il soffio). Quindi Usui per evidenziare che si trattava di un particolare tipo di Reiki, con vibrazioni ed effetti diversi, dopo il fenomeno di trasformazione che lui stesso aveva sperimentato durante la sua, ormai leggendaria meditazione sul Kurama Yama in Giappone, e lo chiamò Usui Reiki Ryoho (metodo Reiki di Usui).

Mikao Usui ha scoperto questo mezzo straordinario attraverso una rielaborazione delle sue straordinarie conoscenze in svariati campi (medicina, arti terapeutiche, filosofia, psicologia, arti marziali, padronanza delle pubbliche relazioni, buddhismo e shintoismo) e lo ha strutturato metodicamente in vari livelli conoscitivi ed esperienziali.

Mikao Usui è stato spesso ed erroneamente descritto come un monaco cristiano, ma in realtà la storia ci racconta di un uomo d'affari che un bel giorno, insoddisfatto della direzione che la propria vita aveva preso, decise di dedicarsi totalmente alla ricerca dello Spirito. Tuttavia non si arrese e continuò tenacemente il suo apprendimento. Egli divenne così un monaco viandante dell'ordine di Mikkyo, uno delle tante branche del buddhismo e ricevette negli anni insegnamenti spirituali da parte di numerosi maestri e viaggiò tra la Cina e l'India. Un giorno si recò sul monte Kurama in Giappone per ritirarsi nella meditazione e digiunò per 21 giorni. Dopo questi 21 giorni percepì in sé la grande energia Reiki e da allora imparò tutto sul sistema Reiki. Innanzitutto usò Reiki su se stesso e dopo lo sperimentò sulla sua famiglia; ottenendo un buon effetto sui più svariati malanni decise di condividerlo anche con molti altri.

Ecco quindi che Rei-ki in quanto tale è un'esperienza, innanzitutto un viaggio personale, prima di poter essere coniviso senza distorsioni, cosi' come la visse Usui e come tale non può essere ingabbiata da limitanti descrizioni, è una disciplina da vivere, un sistema che ci permette di portare gioia, luce ed amore nella nostra vita, facendo chiarezza sullo scopo che intendiamo raggiungere con la nostra esistenza: una condizione di armonia e pace in qualsiasi situazione ci si pari dinnanzi il cosiddetto

-Anshin Ritsumei-
"Assoluta Pace Interiore o illuminazione"

reiki

Quello che conta per chi voglia intraprendere questo meraviglioso percorso, è seguire il cuore e affidarsi incondizionatamente quell'istinto e quell'intuito naturale che lo guiderà alla scelta migliore.

Reiki pertanto che sia tradizionale Giapponese piuttosto che Occidentale o altro, se ci si affida ad un Maestro preparato che ne ha fatto una scelta di vita, funziona! sempre e comunque.

Il Maestro è un allievo che ha lavorato molto su di sé e può aiutare, con i suoi insegnamenti, con amore e dedizione, altri allievi ad “iniziare” un percorso, in questo caso il percorso del Reiki, senza creare dipendenza.

La diffusione del Reiki è un progetto concreto che già da anni si sta realizzando e l’enorme, progressiva diffusione di Reiki ne è una dimostrazione.

 

Le principali Scuole:

Usui Reiki Ryoho Gakkai
L'organizzazione Reiki originaria fondata da Usui Sensei con sede a Tokyo nell'aprile del 1922.

Il Gakkai è composto da 100 persone che si incontrano periodicamente per lavorare con il metodo Reiki attraverso tecniche energetiche e meditative pressoché ignote. Si tratta di un lavoro con il Reiki che prevede tempi assai più lunghi di quelli cui siamo abituati in occidente. Le pratiche del Gakkai sono chiamate Reiki Ryoho o Reiho e in esse l'enfasi viene posta principalmente sul risveglio e sulla guarigione spirituale.

Comunque, è corretto precisare che, secondo alcuni ricercatori, la Usui Reiki Ryoho Gakkai, in realtà, non insegna il sistema originale per lo Sviluppo Spirituale di Usui-Sensei ma che ha, sin dall’inizio, insegnato quello che è, essenzialmente, un sistema di lavoro con l’energia sostanzialmente differente, che i fondatori della Gakkai svilupparono, coscientemente e consapevolmente, basandosi sul lavoro originale di Usui-Sensei.

Qualcuno sostiene che questa organizzazione sia stata fondata da un certo numero di studenti del Maestro Usui nel 1926, appena dopo la sua morte e che per rendergli onore e lo nominarono postumo primo presidente della Gakkai. Qualcuno avanza l'ipotesi che l'Usui Reiki Ryoho Gakkai possa essere, in realtà, una società recentemente rifondata da persone senza alcuna connessione diretta con i responsabili, ma sembra più verosimilmente che l'organizzazione sia estremamente impermeabile ad ogni accesso dall'esterno. Il numero di membri della ReiKi Ryoho Gakkai è limitato intenzionalmente e vi si accede soltanto su invito.

 

Usui Shiki Ryoho
Il Reiki - Usui Shiki Ryoho è la prima forma di pratica Reiki diffusasi in occidente grazie all'opera della Maestra Hawayo Takata (1900 - 1980).

La Signora Takata, nata nelle Hawaii da genitori giapponesi, imparò il metodo in Giappone dal Maestro Chujiro Hayashi (1879 - 1940): uno dei più importanti allievi diretti di Mikao Usui.

Nel 1937 il  Maestro Hayashi, in occasione di una sua storica visita nelle Hawaii, conferì e certificò alla Takata il titolo di Maestra del metodo Reiki: fu così che la disciplina di Usui "sbarcò" ufficialmente nel mondo occidentale conquistando e appassionando milioni di praticanti.

Lignaggio: Mikao Usui › C. Hayashi › H. Takata › ...uno dei ventidue maestri iniziati ufficialmente dalla Takata

(Virginia Samdahl, Ethel Lombardi, John Harvey Gray, Dorothy Baba, Bethel Phaigh, Harry Kuboi, Fran Brown, Barbara McCullough, Kay Yamashita, Iris Ishikuro, Phyllis Lei Furumoto, Shinobu Saito, Barbara Weber Ray, Beth Gray, Paul Mitchell, Rick Bockner, Barbara Brown, Wanja Twan, George Araki, Patricia Ewing, Ursula Baylow, Mary McFadyen)

 

T.R.T.A.I The Radiance Technique Association International®

Nacque nel 1980 come American Reiki Association ad opera della dott.ssa Barbara Weber Ray e della stessa Hawajo Takata. Nel 1982 venne chiamata AIRA (American International Reiki Association) per sancirne l'internazionalità.

Lignaggio: Mikao Usui › C. Hayashi › H. Takata › B. Weber Ray.

 

Reiki ALLIANCE© Usui Shiki Ryoho
Organizzazione fondata negli USA, nel 1983, circa 3 anni dopo la morte di Takata-Sensei, dalla nipote Phyllis Furumoto e a cui aderirono alcuni dei 22 Masters formatisi con Takata-Sensei stessa, più alcuni di quelli iniziati dalla stessa  Phyllis Furumoto. La Reiki Alliance è una comunità internazionale di Maestri di Reiki che praticano e insegnano l'Usui Shiki Ryoho (traduzione dal Giapponese: Il Sistema di Guarigione Reiki di Usui). Noi ci consideriamo come custodi-portatori dell'Usui Shiki Ryoho perchè conserviamo la forma onorata nel tempo, e tramandata attraverso il diretto lignaggio spirituale di Mikao Usui, Chujiro Hayashi, Hawayo Takata e Phyllis Lei Furumoto.

Nel 1982 I maestri iniziati da Hawayo Takata e da Phyllis Furumoto, furono invitati alle Hawaii per una riunione. Il gruppo che andò alle Hawaii, riconobbe Phyllis Lei Furumoto come successore di Hawayo Takata. Essi decisero di incontrarsi di nuovo nel 1983 nella British Columbia. Durante questo incontro venne fondata The Reiki Alliance per onorare il sistema insegnato da Hawayo Takata, con l'impegno di continuare a custodire e portare avanti questa pratica.

L'Alliance  ha stabilito come requisito per ottenere  il livello di "master", la cifra di 10000 dollari. Questo elemento fa da ponte tra il mondo materiale e quello non-materiale, offrendo risanamento per l’umanità attraverso il potere e l’energia del denaro. Ogni passo del Sistema Usui ha un costo specifico: $ 150 US, $500 US, e $ 10.000 US. Queste quote sono una parte della forma e spesso sono l’elemento più difficile per gli studenti da conciliare con la pratica spirituale. Questo sfida il praticante ad allargare il suo campo di comprensione riguardo all’energia del denaro e la trasmissione energetica che avviene quando il denaro viene scambiato.

E' la più grande associazione mondiale di Reiki e "l’Ufficio del Grand-Master" è tenuto congiuntamente da Phyllis Lee Furumoto e da Paul Mitchell.

Lignaggio: Mikao Usui › C. Hayashi › H. Takata › Phyllis Lei Furumoto

 

Jikiden Reiki
E' il metodo Reiki insegnato da Chiyoko Yamaguchi (allieva di Chujiro Hayashi) e, dopo la sua morte, avvenuta il 19 Agosto 2003, da suo figlio Tadao Yamaguchi, che è il Direttore del Jikiden Reiki Kenkyu Kai (Associazione Jikiden Reiki). E  presentato il risultato della fusione fra l’esatto sistema che Chiyoko Yamaguchi aveva appreso da Hayashi-Sensei, nel 1938, ed  informazioni aggiuntive, raccolte in giro da Tadao Yamaguchi in colloqui con alcuni altri studenti sopravvissuti di Hayashi-Sensei. Nel Jikiden i simboli ed i loro mantra vengono chiamati rispettivamente shirushi e jumon.

Jikiden insegna insieme  i primi due livelli - Shoden e Okuden - in un unico seminario di 5 giorni (i primi tre giorni - per tre ore al giorno - sono dedicati al livello Shoden e gli ultimi due, al livello Okuden). Il terzo livello si chiama  "Livello insegnante" o Shihan (Jikiden non usa il termine 'Shinpiden' per il terzo livello) ed è, in realtà, diviso in due parti - Shihan-Kaku (Assistente Insegnante) e Shihan vero e proprio-.  Fra i due gradi intercorre, almeno, un tempo  che va da 6  a 12 mesi

 

Usui Teate
Il metodo dei Maestri Chris Marsh e Andrew Bowling. Marsh e Bowling attinsero gli insegnamenti dell'Usui Teate da una monaca giapponese, Suzuki-san che ci fu detto essere una monaca buddhista allieva di Mikao Usui e a loro dire questo è il Reiki originario, quello che Usui Sensei ricevette nel suo ritiro sul monte Kurama.

Le differenze fondamentali tra il Reiki Tradizionale e l'Usui Teate sono principalmente due: una è di livello pratico (meno importante) e la seconda fondamentale e strutturale è di livello energetico.

Il loro metodo è incentrato sulla crescita personale e sulla guarigione del sé, piuttosto che sulla guarigione degli altri (quest'ultima avverrebbe conseguentemente allo sviluppo spirituale di ognuno). L'enfasi, quindi, è posta sulla pratica spirituale, mentre la "guarigione con i palmi" (Teate) assume un aspetto secondario.

Secondo l’Usui Teate, infatti, la capacità di guarire gli altri è da considerarsi come un sotto-prodotto del processo di auto-sviluppo. Il Reiju (lo "stimolo" energetico effettuato dall'insegnante), inoltre, non dovrebbe essere visto come un "potenziamento" per intensificare le capacità curative di chi lo riceve, ma come un mezzo per facilitare il proprio sviluppo spirituale.

 

Gendai Reiki Ho
Il Gendai Reiki-ho è stato fondato dal maestro Hiroshi Doi che vive ad Ashiya, in Giappone. Egli è un membro della Usui Reiki Ryoho Gakkai, la società creata da Mikao Usui. In tale società egli è stato istruito dalla signora Koyama, la quale era stata presidente della Gakkai stessa. Il lignaggio della signora Koyama passa attraverso il Maestro Taketomi, uno degli allievi diretti di Mikao Usui.

Hiroshi Doi Sensei ha studiato approfonditamente anche gli stili di Reiki occidentale e dalla sintesi delle sue esperienze, ha creato il Gendai Reiki-ho.

 

Komyo Reiki
Il Reiki del M° Hyakuten Inamoto, successore della scuola di Chujiro Hayashi.

Già all'inizio del 2000 parte dei veri insegnamenti inerenti a Reiki giapponese precisamente della scuola Gendai, sono stati fatti conoscere al mondo occidentale grazie all'interesse di due master reiki: Frank Arjava Petter, e Hyroshi Doi. Il primo perché e andato egli stesso in Giappone alla ricerca delle radici di Reiki. Mentre il secondo è stato proprio un membro della vecchia scuola di Usui "La Usui Reiki Ryoho Gakkai", fondando inseguito la Gendai Reiki. E grazie al loro contributo si è potuto fare un po di chiarezza sul metodo originale.

Il Maestro Inamoto Hyakuten fondatore della Komyo Reiki Kai, ha portato una visione quanto più sintetica e ottimale di quelle che erano le tecniche e pratiche meditative del volere etico e filosofico di ciò che era in origine l'etimologia di Sansei Usui. Attualmente è impegnato, in varie parti dell'Australia, dell'Europa e del continente americano, a far conoscere ed a riportare alle origini i trattamenti, i simboli e le tecniche del Reiki tradizionale giapponese di Mikao Usui. Il Rev. Inamoto ha il grande pregio di aver voluto condividere con il mondo occidentale il Reiki originale della tradizione giapponese.

 

Reiki Usui metodo La Città della Luce®
La Città della Luce è un Ecovillaggio, Comunità di Ricerca Etica, Interiore e Spirituale, composta da un gruppo di Artisti, Intellettuali, Artigiani, Ricercatori Spirituali che sono diventati nel tempo Maestri di Reiki, Insegnanti di Ayurveda e Yoga, Operatori e Counselor Olistici a indirizzo Sistemico Transpersonale. La missione consiste nel proporre l'insegnamento, la pratica e la diffusione delle discipline bio-naturali ed olistiche.

Il Presidente e socio fondatore è Umberto Carmignani, Maestro di Reiki della tradizione Occidentale Usui Shiki Ryoho, dalla discendenza Phyllis Lei Furumoto, nipote di Hawayo Takata.

Il principale obiettivo della Città della Luce è quello di offrire una pratica di Reiki che sia fondata su solide e attendibili basi didattiche, sia dal punto di vista dei presupposti teorici che delle applicazioni pratiche, tale da consentire un valido percorso di crescita personale e spirituale. L'obiettivo di chi partecipa ad un corso di Reiki è quello di conoscere se stesso e apprendere l'utilizzo di un metodo efficace per mantenersi in salute, prevenire le malattie, sciogliere le tensioni e risolvere i conflitti. In questo modo, ponendo solide basi alla pratica, Reiki può essere una valida occasione per conoscere meglio se stessi e i meccanismi psicosomatici che inducono blocchi energetici e malattia, in seguito può diventare un percorso di crescita personale e spirituale, infine una professione.

La Scuola Olistica della Città della Luce si propone per l'appunto la formazione di Operatori Olistici specializzati in Reiki, ed è accreditata dalla SIAF Società Italiana Armonizzatori Familiari, Counslor, Counselor Olistici e Operatori Olistici.

Share/Save